Tredicesimo Ciclo Lunare 2015

Tredicesimo Ciclo Lunare 2015 (anno solare)
Secondo Ciclo Lunare (anno lunare)

LUNA DEL MANDORLO
LUNA DELLA DAMA BIANCA*

10 Dicembre 2015 Luna Nuova in Scorpione, entra in Sagittario alle 22,28
Elemento: Acqua, Fuoco – Archetipi: Persefone, Ade, Zeus

18 Dicembre 2015 Luna Crescente in Pesci
Elemento: Acqua

25 Dicembre 2015 Luna Piena in Gemelli
Elemento : Aria – Archetipi: Ermes

2 Gennaio 2016 Luna Calante in Vergine
Elemento: Terra

In questo Ciclo Lunare

13 Dicembre – S. Lucia, la notte più lunga
22 Dicembre – Solstizio d’Inverno, Yule
25 Dicembre – Natale, Sol Invictus
27 Dicembre – S. Giovanni Evangelista
31 Dicembre – Notte del Popolo Fatato
6 Gennaio 2016 – Epifania, la Manifestazione

In cielo vedremo

Il giorno 22, alle ore 04.41, si verifica il Solstizio d’Inverno e si entra ufficialmente nell’inverno astronomico. Il sole raggiunge la sua massima distanza al di sotto dell’equatore celeste, e l’arco apparente descritto da sud-est a sud-ovest è ridotto al minimo, con il risultato di avere il giorno più corto dell’anno.
Ma come, non era Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia?
Contrariamente a quanto si pensa, il 13 dicembre (Santa Lucia) non è il giorno più corto dell’anno (o la notte più lunga). In realtà in prossimità del 13 dicembre si verifica il periodo in cui il Sole tramonta prima. Il primato del giorno più breve dell’anno spetta invece al giorno del solstizio d’inverno.

La corrente meteorica principale del mese è senza dubbio quella delle Geminidi, particolarmente evidente tra il 10 e il 15 dicembre, comparabile per quantità e brillantezza delle stelle cadenti a quella delle Perseidi di agosto. I più recenti studi hanno rilevato che lo sciame mostra un’attività massima sostenuta per parecchie ore, con due aumenti, il primo più consistente con meteore di debole luminosità e il secondo meno cospicuo con meteore più brillanti. Le circostanze con cui potremo osservarle quest’anno sono molto favorevoli, dato che la maggior frequenza dovrebbe verificarsi specie nella seconda parte della notte del 13/14 dicembre e dopo il tramonto del 14 dicembre.
(http://www.astronomia.com)

Il frutto del Mandorlo interpreta l’essenziale celato sotto l’apparenza, il cuore dell’essere. In ogni tradizione, rompere il guscio della mandorla significa allegoricamente giungere al termine del cammino che conduce a scoprire il tesoro invisibile in noi, il mistero della Luce, il Centro del Labirinto.

Il Solstizio d’Inverno, la Porta degli Dei, è la porta attraverso la quale si ritorna nel non manifestato, e che accompagna l’abbandono di tutto ciò che pone ostacoli al completo ritorno allo Spirito… Nei giorni che precedono il Solstizio d’Inverno il buio si fa più intenso, la luce accorcia il suo tempo, in un lento declino iniziato al Solstizio d’Estate (21 Giugno) e che sempre di più ha ceduto il passo al buio e al freddo. Le energie dell’Universo si sono fatte sempre più centripete (dall’esterno verso l’interno) per accompagnare il nostro cammino sempre più verso il centro di noi, verso la nostra interiorità, verso il Cuore di Cristallo che batte all’interno dello Spazio Sacro che c’è in ognuno di noi.
Tutta la Natura ci manifesta e dimostra quanto in questo periodo sia importante fare questo… Gli alberi, gli animali, le piante … tutto ritorna alla Terra, alla profondità perchè quello è il luogo della rigenerazione, del riposo purificante, dell’ascolto di sé, della scelta di ciò che è importante e ciò che può essere lasciato andare.
Nel pieno del buio, nasce il primo palpito di luce…
E’ proprio da lì, dal centro, dalla profondità, dal buio, che prende forza la nascita della luce, anche dentro di noi, la Sorgente della Luce in noi è un tesoro nascosto …
Spesso per ragioni che derivano dai condizionamenti della nostra cultura dimentichiamo l’importanza del buio, connotando questa parola con significati meno nobili rispetto alla luce… Dimentichiamo che buio e luce, luce e buio si compenetrano e l’uno alimenta l’altra e l’altra alimenta l’uno… In un’onda infinita di buio, luce, buio, luce …. in cui non esiste separazione, ma una continua e infinita spirale…
A ricordare la nascita della luce, in questo Ciclo Lunare si celebra ance il S. Natale (Sol Invictus).

“La notte non è meno meravigliosa del giorno, non è meno divina; di notte risplendono luminose le stelle e si hanno rivelazioni che il giorno ignora” (N. Berdjaev)

Luna Nuova sorge in Scorpione, segno d’Acque profonde e buie, luogo della coppia archetipica Persefone – Ade, Regina e Re di quelli che vengono chiamati inferi … i recessi bui e profondi dell’Anima, considerati inferi perché spesso poco conosciuti, poco ‘frequentati’, poco manifestati, ma che possono essere considerati il centro del Labirinto, luoghi di profondità e intensa ricchezza da cui nuovamente può prendere impulso la Luce nascente, ben rappresentata dal simbolo del Sagittario (Freccia che parte dal basso con direzione verso l’alto), segno di Fuoco, di fiamma bambina che promette di diventare forte e poderosa quale è l’archetipo Zeus.

Luna Piena sorge in Gemelli, segno d’Aria, di condivisione, associato all’Argento Vivo di Ermes, lo Spirito nascosto nella Materia, l’archetipo che porta innocenza, e divinità bambina.

*Il Secondo Ciclo Lunare dell’anno lunare è associato alla Dama Bianca, mediatrice tra esseri umani e spiriti. La si incontra come voce ammonitrice o angelo custode. .. Chi vuole incontrare la Dama Bianca deve stare “nel luogo giusto al momento giusto”. Il cuore deve essere pieno di desiderio per lei, così che possa condurre nel posto giusto, al tesoro che in tutte le fiabe viene nominato in modo cifrato: l’iniziazione ai segreti della vita, della morte, della magia. Iniziazione al libero superamento di tutti i confini, al potere personale cha hanno maghe e sciamane, donne del bosco e streghe. All’oscurità della Prima Luna segue, nella Seconda Luna, la luce della Dama Bianca, Lucia, la dea della luce, è una manifestazione della Dama Bianca. …
Al Solstizio d’Inverno fin dai tempi antichi la luce viene invocata per tenerla in vita nel periodo più buio. Alla Dama Bianca si chiede protezione, guarigione, saggezza e illuminazione. … Anche il Natale è un residuo dell’antica Festa della Luce…

(tratto da Le Tredici Lune – L. Francia)

Come nessuno può camminare il nostro Labirinto verso il nostro Centro e nessuno può rompere il guscio della nostra mandorla per giungere al termine del cammino che conduce a scoprire il tesoro invisibile in noi, così nessuno può trovare, accendere e mantenere viva la nostra Luce Interiore … se non noi …

Namastè
… camminando il Labirinto …
Claudia
I transiti riportati sono riferiti al sistema astrologico Siderale: sono i transiti della luna nelle costellazioni zodiacali, pertanto quelli reali in cielo, a cui fa riferimento anche l’agricoltura biodinamica.

I transiti della luna sono stati gentilmente forniti da Brian Keats (www.astro-calendar.com)

I riferimenti al ciclo lunare seguendo l’anno lunare sono tratti da “Le Tredici Lune” di Luisa Francia

Vuoi ricevere via email la descrizione dei Cicli Lunari? clicca qui

Per approfondire…. www.mandorlaintiraimi.it

lunario delle herbarie 2015

 

“Lunario delle Herbarie”:

Lunario da appendere; Agenda lunare

 

Lascia una risposta