Tredicesimo Ciclo Lunare 2013

Lunar_libration_with_phase2[1]Luna Sacra
Luna del Solstizio d’Inverno
Luna Fredda

 

 

 

Tredicesimo Ciclo Lunare del 2013
Luna di Acqua, Fuoco e Aria

Il Tredicesimo Ciclo Lunare ci accompagna verso il Solstizio d’Inverno, la Porta degli Dei, la porta attraverso la quale si ritorna nel non manifestato, e che accompagna l’abbandono di tutto ciò che pone ostacoli al completo ritorno allo Spirito…
Nei giorni che precedono il Solstizio d’Inverno il buio si fa più intenso, la luce accorcia il suo tempo (il 13 Dicembre il detto dice: Santa Lucia la notte più lunga che ci sia…), in un lento declino iniziato al Solstizio d’Estate (21 Giugno) e che sempre di più ha ceduto il passo al buio e al freddo.
Le energie dell’Universo si sono fatte sempre più centripete (dall’esterno verso l’interno) per accompagnare il nostro cammino sempre più verso il centro di noi, verso la nostra interiorità, verso il Cuore di Cristallo che batte all’interno dello Spazio Sacro che c’è in ognuno di noi.
Tutta la Natura ci ha manifestato e dimostrato quanto in questo periodo sia importante fare questo… Gli alberi, gli animali, le piante … tutto ritorna alla Terra, alla profondità perchè quello è il luogo della rigenerazione, del riposo purificante, dell’ascolto di sé, della scelta di ciò che è importante e ciò che può essere lasciato andare.
E… nel pieno del buio…. Ecco che nasce il primo palpito di luce… E’ proprio da lì, dal centro, dalla profondità, dal buio, che prende forza la nascita della luce, anche dentro di noi … In un’onda infinita di buio, luce, buio, luce …. in cui non esiste separazione, ma una continua e infinita spirale…A ricordare la nascita della luce, in questo Ciclo Lunare si celebra ance il S. Natale (Sol Invictus).
Spesso per ragioni che derivano dai condizionamenti della nostra cultura dimentichiamo l’importanza del buio, connotando questa parola con significati meno nobili rispetto alla luce… Dimentichiamo che buio e luce, luce e buio si compenetrano e l’uno alimenta l’altra e l’altra alimenta l’uno…
“La notte non è meno meravigliosa del giorno, non è meno divina; di notte risplendono luminose le stelle e si hanno rivelazioni che il giorno ignora” (N. Berdjaev)

“ Dagli Abissi.. Ecco che nasce la Luce, come Aurora che si manifesta in noi, per noi… Così è … Così sarà…” (Lunario delle Herbarie 2013)

Luna Nuova il 3 dicembre sorge in Scorpione per entrare poi in Sagittario alle 23.44, in un giorno Mago Bianco (sincronario Galattico)

Scorpione, segno d’Acqua, ci parla ancora di profondità, di introspezione, di morte nel suo aspetto di trasformazione e rinascita . Associato a Persefone, Regina degli Inferi, archetipo che ricorda le profondità delle tenebre interiori, la passione che regna negli abissi.
Sagittario, segno di Fuoco, il cui simbolo è una freccia scoccata verso l’alto. “Nel senso ascendente evoca la verticalità, la vittoria sulla pesantezza, la liberazione dalle condizioni terrene….La freccia indica il volo dell’essere umano, grazie alla conoscenza verso la sua trasformazione spirituale” (A. Cattabiani – Planetario). Associato ad Artemide nel suo aspetto di entusiasmo, leggerezza, libertà e capacità di perseguire obiettivi.
Questo succedersi di segni ricorda proprio la Luce che nasce e prende forza dalla conoscenza dei nostri abissi di Buio profondi.

Mago Bianco ci ricorda: “Il Mago ha imparato il segreto dell’atemporalità. Nell’incessante meditazione del tempo noi possiamo trovare il nostro centro e raggiungere un luogo incantato, il luogo della pura magia, in cui possiamo pronunciare un incantesimo per ogni aspetto della nostra vita. Ogni cosa che succede nel nostro mondo è sacra, se siamo ricettivi alle molteplici forme della manifestazione divina. La meditazione del mago è uno stato di trance lucido, in cui si possono vedere tutte queste forme ed incantare quelle che servono il proposito superiore. Per vivere questa magia ogni giorno dobbiamo perseverare nel cammino, consacrati alla verità ed essere aperti e ricettivi in ogni momento. Il mago parla con parole che hanno potere. Usa le tue parole con saggezza, ed anche tu potrai vivere un’esistenza incantata. Entra in trance nell’atemporalità, e troverai il tuo mago interiore”

Luna Piena il 17 dicembre sarà in Gemelli, in un giorno Stella Gialla (sincronario galattico)

Gemelli, segno d’Aria, ci ricorda il mito di Castore e Polluce, gemelli appunto, in cui Castore fu ferito a morte e Polluce, volendo seguire il destino del fratello, volle vivere come Castore un giorno sull’Olimpo (Luce) e uno nell’Ade (Buio). Segno associato ad Ermes, archetipo dell’ispirazione, della comunicazione, dell’espansione e del movimento.

Stella Gialla ci ricorda: “La stella dimostra l’irradiazione della bellezza con la sua presenza piena d’arte. Arte, nel senso più ampio della parola, è ogni espressione cosciente dei cicli e processi della creazione – che si tratti di un albero, un fiore, una ragnatela, una danza, una canzone… La stella mostra la sua innata brillantezza con eleganza e naturalezza. Permettendo a te stesso di brillare, la tua arte – essendo un’espressione genuina del cuore – ispirerà i molti che percepiranno la tua luce, anche a grande distanza. Ricorda che tu stesso sei un’opera d’arte. Sii elegante ed espressivo, e potrai danzare con la vita come la stella danza con la galassia.”

“Dalla mia profondità mi espando per condividere la mia Luce” (Lunario delle Herbarie 2013)

La miscela per le fumigazioni di questo ciclo lunare

INCENSO L’incenso è sempre stato considerato simbolo dell’energia maschile, del Cielo, dello spirito.

MIRRA
Presso diversi popoli antichi (greci, egizi, arabi…) la mirra corrispondeva al mondo femminile, alla corporeità e alla terra e si diceva che il suo fosse l’aroma della sensualità della terra.

COPAL ORO in Sud-America viene bruciata a mezzogiorno dei Solstizi.

CIPRESSO Simbolo di lunga vita, tenacia e riservatezza, era l’albero della vita e della morte, della congiunzione fra terra e cielo

BETULLA La betulla era considerata dai Celti l’albero proposto al mese che cominciava con solstizio d’inverno.


Pietre consigliate

AMETISTA Aiuta il contatto con il proprio sé spirituale.
CRISTALLO DI ROCCA Dona luce ed energia puri
OSSIDIANA L’Ossidiana è la pietra del Guerriero.
GIADA Spinge a considerarsi un essere di natura spirituale.
CALCEDONIO BLU In antichità rappresentava gli elementi acqua e aria ed è la pietra che sostiene la comunicazione

Vi abbraccio con gioia!
Il vostro Cammino sia Benedetto, e sia verso Casa….
Che l’Universo ci conceda di camminare dove parliamo…
Ometeotl
Namastè
Mitakuye Oyasin
Pace
Auuuuuuuuuuuu
Claudia

I transiti della luna riportati sono quelli reali in cielo e riferiti al sistema astrologico Siderale, per cui ringrazio Bashir (www.astrobashir.com).

Per approfondire…. www.mandorlaintiraimi.it

“Lunario delle Herbarie”: Lunario da appendere; Agenda lunare

Le descrizioni dei cristalli sono tratte da: “Oracolo dei Cristalli”

Le descrizioni delle erbe della “Miscela per fumigazioni” sono tratte da: “Fumigazioni. Il Mondo Vegetale…Profumo Divino”

Le descrizioni dei glifi Maya sono tratte da: “Manuale di Uso e Manutenzione del Sincronario Galattico” – “Diario Sincronico 2010-2013”

Lascia una risposta