I due specchi

Un giorno, il principe del regno della negatività inventò uno specchio che aveva una magica proprietà: faceva vedere negativo e brutto tutto ciò che in esso si rifletteva.
Un giorno, lo specchio della negatività cadde dalle mani distratte del principe e si frantumò in mille e mille pezzi che un uragano fece volare in tutto il mondo.
Alcuni frammenti erano più piccoli di granelli di sabbia ed entrarono negli occhi di molte persone. Queste persone cominciarono a vedere allora tutto in negativo… Difficilmente riuscivano a vedere il bello e il positivo in persone con cui si relazionavano e nelle situazioni in cui vivevano. Altre schegge diventarono lenti per occhiali e le persone che indossavano questi occhiali vedevano solo buio e fatica.
Qualche vetro era così grosso che venne usato come vetro da finestra. I poveretti che guardavano attraverso quelle finestre vedevano solo persone con difetti o situazioni catastrofiche.

Quando il principe del regno della positività si accorse di quello che stava succedendo, decise di aiutare gli esseri umani, e costruì il suo specchio che rifletteva solo positività, bellezza e armonia e lo inviò sulla terra, soffiandone i pezzetti in tutto il mondo.
Chi riceve anche solo una piccolissima scintilla di questo specchio nei suoi occhi comincia a vedere il mondo e le persone con amore: si riflettono negli occhi prima di tutto le cose belle e positive, la generosità, la gioia e la speranza e…. quelle negative appaiono modificabili e vincibili.

Quale specchio è nei nostri occhi?

Lascia una risposta